IN UN MONDO SEMPRE PIÙ CALDO PASSA ALLA STAMPA A FREDDO

Le stampanti inkjet Epson consumano meno energia e contribuiscono a contrastare il riscaldamento globale

© Jasper Gibson

Tecnologia di stampa a freddo

Non possiamo sfuggire al fatto che stiamo vivendo una crisi climatica globale. A meno che le cose non cambino, presto assisteremo ad alcuni radicali cambiamenti negli ecosistemi del pianeta. Ma c’è una cosa che possiamo fare: cambiare il nostro modo di consumare energia.

Bruciare combustibili fossili per creare elettricità produce grandi quantità di CO2. È arrivato il momento di agire, come aziende e a livello personale, per risparmiare energia e iniziare a utilizzare fonti rinnovabili. Fare una scelta sostenibile è un dovere, non un optional.

È ora di CONTRASTARE IL RISCALDAMENTO GLOBALE. Passa alla stampa a freddo per ridurre i consumi energetici. Anche un piccolo cambiamento nelle tue scelte di stampa può fare la differenza. Se ciascuno di noi farà la propria parte con un piccolo cambiamento, l’impatto positivo sul pianeta può essere significativo. Una pagina alla volta, insieme possiamo cambiare la storia.

Visualizza i prodotti

TURN DOWN THE HEAT

Epson e National Geographic stanno collaborando per sensibilizzare le persone su come contenere l'aumento della temperatura del pianeta. In questo breve video, Katey Walter Anthony, esploratrice del National Geographic, spiega come “il permafrost viene distrutto dal calore, quindi limitare il riscaldamento è uno dei modi migliori per ridurre il nostro impatto ambientale. La scelta di una tecnologia a freddo per limitare i consumi energetici ridurrà le emissioni di gas serra e ci aiuterà a rallentare lo scioglimento del permafrost nell’Artide.”

© Jasper Gibson

Processi di stampa a confronto

Viste dall’esterno, le stampanti laser e inkjet potrebbero sembrare uguali. Ma è quello che c’è all’interno a fare la differenza. La tecnologia a freddo di Epson non richiede calore per l’espulsione dell’inchiostro. Invece del calore, all’elemento piezoelettrico viene applicato un impulso che ne modifica la forma, permettendo l’espulsione dell’inchiostro dalla testina di stampa.

I vantaggi della tecnologia a freddo

Aumenta la produttività e riduci l’impatto ambientale, senza compromessi.

Riduzione dei costi e dei consumi energetici

Non richiedendo preriscaldamento all’accensione, la tecnologia a freddo di Epson consuma fino all’83% in meno1. Inoltre, l’assenza dell’unità fusore nelle stampanti inkjet contribuisce a una significativa riduzione dei consumi energetici.

Meno componenti da sostituire per un minor impatto ambientale

Le stampanti laser impiegano in genere un maggior numero di materiali di consumo e, in molti casi, richiedono la sostituzione periodica del tamburo, del nastro di trasferimento e del fusore. Grazie alla tecnologia a freddo, le nostre stampanti inkjet producono fino al 96% in meno di rifiuti derivanti dai materiali di consumo rispetto alle stampanti laser2.

Stampa ad alta velocità e risparmio di tempo

La tecnologia a freddo non richiede riscaldamento all’accensione o in seguito alla riattivazione dalla modalità Sleep. È quindi possibile iniziare subito a stampare e il processo di stampa è fino al 50% più veloce rispetto a quello delle stampanti laser3.

Meno interventi per una maggiore produttività

Poiché le stampanti inkjet Epson non utilizzano calore, ci sono meno componenti soggetti a usura. Di conseguenza, anche il numero di interventi necessari si riduce.

Fino all'83% di consumi energetici in meno rispetto alle stampanti laser1
Fino al96% di materiali di consumo in meno rispetto alle stampanti laser2
Fino al50% più veloci rispetto alle stampanti laser3

Scopri i vantaggi che può offrirti la tecnologia a freddo di Epson

Trova la stampante più adatta a te con il nostro strumento Printer Finder.

Scopri la gamma
WF-C8190DW

Scopri quanto puoi risparmiare in termini di emissioni di CO2 e consumi energetici con una stampante inkjet multifunzione

In una serie di test indipendenti, i modelli Epson WorkForce Pro hanno dimostrato di consumare fino all'83% di energia in meno rispetto alle fotocopiatrici e stampanti laser3. Scopri quanto puoi risparmiare in termini di emissioni di CO2 e costi energetici con una stampante Inkjet Epson a basso consumo utilizzando il simulatore di calcolo.

Scopri di più

Contattaci

Per maggiori informazioni sulle soluzioni Epson, inserisci i tuoi dati qui di seguito e sarai ricontattato al più presto.

I campi contrassegnati con un asterisco (*) sono obbligatori.

Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Questo campo è obbligatorio
Desidero ricevere e-mail con informazioni su prodotti, promozioni, offerte ed eventi Epson.
Confermo di avere più di 16 anni.

Scopri di più sulla Corporate Social Responsibility

Ambiente

Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere per garantire un futuro migliore.

Scopri di più

Società

Il nostro impegno per essere un’azienda sicura e sostenibile, nel pieno rispetto delle normative.

Scopri di più

Etica

Stupire i nostri clienti con prodotti e servizi innovativi è solo l’inizio.

Scopri di più

Ambiente

Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere per garantire un futuro migliore.

Scopri di più

Società

Il nostro impegno per essere un’azienda sicura e sostenibile, nel pieno rispetto delle normative.

Scopri di più

Etica

Stupire i nostri clienti con prodotti e servizi innovativi è solo l’inizio.

Scopri di più
  1. Sulla base dei calcoli effettuati da Epson, il modello Epson WorkForce Pro WF-C8190DW consuma l’83% di energia in meno rispetto al modello HP Color LaserJet Enterprise M750dn, il prodotto più venduto nel segmento delle stampanti monofunzione A3 a colori nella fascia 21-30 ppm (in base ai prodotti consegnati da Q4 2015 a Q3 2019 come riportato nel Quarterly Hardcopy Peripherals Tracker di IDC pubblicato in Q2 2020). La metodologia di calcolo si basa sui “Consumi Energetici Tipici” (Typical Energy Consumption – TEC), definiti e/o simulati con riferimento alla procedura di test ENERGY STAR e rappresentati in kWh per anno. Il valore di CO2 equivalente non immessa in atmosfera è calcolato mettendo in relazione il risparmio energetico con il fattore di emissione per unità di consumo finale tipico della country.
  2. Confronto relativo allo spazio di stoccaggio sulla base dei calcoli effettuati da Epson sullo spazio necessario per riporre i consumabili imballati necessari a stampare 6.000 pagine con 12 stampanti monofunzione e multifunzione 3-in-1 selezionate tra il 50% dei modelli più venduti di stampanti laser monocromatiche A4 (nel segmento sotto le 20 ppm) come riportato nei risultati del Worldwide Quarterly Hardcopy Peripherals Tracker di IDC Q2 2019 relativi ai dati del FY17. Gli ingombri medi in termini di volume e i rendimenti medi per singola confezione di toner per ciascun modello sono stati calcolati da Epson utilizzando le dimensioni e i rendimenti pubblicati dai produttori per ciascun modello ad agosto 2019. Le dimensioni effettive e il numero di cartucce toner necessarie variano a seconda del modello di stampante laser. I rendimenti dei consumabili per la gamma EcoTank sono il risultato di simulazioni effettuate da Epson sulla base della metodologia ISO/IEC24711 usando modelli di test ISO/IEC19752.
  3. Sulla base dei calcoli effettuati da Epson, il risparmio di tempo delle stampanti business inkjet Epson è calcolato in base a un confronto con il “tempo di stampa/copia” medio più breve dei dispositivi laser per l’ufficio (dalle modalità “Previous Job”, “Ready”, “Sleep”), come riportato dagli standard ENERGY STAR, a cui si aggiunge il tempo impiegato per stampare alla massima velocità le pagine rimanenti di un tipico lavoro di stampa di un ufficio moltiplicato per il numero medio di lavori di stampa in un anno, secondo le indicazioni di Keypoint Intelligence. I modelli di stampanti laser sono stati identificati in base ai prodotti consegnati da Q3 2016 a Q2 2020 come riportato nel Quarterly Hardcopy Peripherals Tracker di IDC pubblicato in Q2 2020.