MARCHESINI GROUP ORGANIZZA L’ASSISTENZA REMOTA CON MOVERIO

I VANTAGGI DI GUIDARE I TECNICI CON LA REALTA' AUMENTATA

MARCHESINI GROUP ORGANIZZA L’ASSISTENZA REMOTA CON MOVERIO

Per le aziende diventa sempre più necessario investire sulla digitalizzazione per garantire ai clienti un’assistenza continua ed efficiente: Marchesini Group ha potenziato le tecnologie virtuali puntando sulla realtà aumentata, una scelta che si è rivelata vincente e ha fatto la differenza quando è arrivato il lockdown.

MARCHESINI RACCONTA COME GLI SMARTGLASS SONO ANDATI OLTRE LE SUE ASPETTATIVE

Nata nel 1974, Marchesini Group è un’azienda bolognese con sede a Pianoro specializzata nella progettazione, produzione e assemblaggio di macchinari speciali e intere linee di confezionamento automatiche e robotizzate per il settore farmaceutico e cosmetico. Con una presenza in 116 paesi, dal Sud America fino all’India e alla Russia, oggi sostiene il valore dell’innovazione non solo come un mezzo per ottenere successo, ma soprattutto come un'opportunità di crescita umana, culturale e professionale. Leader mondiale sul mercato del packaging, negli anni Marchesini ha acquisito molteplici realtà che le hanno permesso di ampliare il business e di focalizzarsi sulla virtualizzazione e digitalizzazione delle attività, portando maggiore efficienza ed elevando il livello di soddisfazione dei clienti in tutto il mondo.

IN MARCHESINI GLI IMPIANTI SONO DIVERSI L’UNO DALL’ALTRO, MA PER TUTTI LA PAROLA D’ORDINE E’: REALTA’ AUMENTATA

Marchesini Group progetta e produce una vasta gamma di macchine e linee di confezionamento per rispondere a qualsiasi tipo di richiesta, standard o straordinaria, dell'industria farmaceutica e della cosmetica. Così ciascuno di essi è diverso da ogni altro per layout operativo, dimensione dei prodotti da manipolare, fasi di lavorazione, ecc. Ogni impianto è quindi un unicum progettato e costruito ad hoc che va montato, provato e collaudato in fabbrica qui in Italia prima di essere smontato, imballato e spedito al cliente, che spesso è all’estero. Perciò è necessario che il tecnico della filiale Marchesini di riferimento venga nella sede italiana per assistere e partecipare alle operazioni di assemblaggio e funzionamento, in modo da poterle replicare nello stabilimento del cliente.

E’ quindi fondamentale che i tecnici responsabili del montaggio e dell’assistenza alle linee abbiano una elevata competenza non solo su tutte le tipologie di impianto e sulle più comuni problematiche, ma anche sugli specifici impianti che si troveranno poi a gestire. Perciò durante il loro percorso professionale ricevono più volte un’adeguata formazione, sia presso la sede locale sia in Italia. Un’altra soluzione è far lavorare stabilmente i tecnici italiani nelle filiali estere in modo che possano formare “da vicino” i dipendenti locali e trasferire loro il know-how e le competenze necessarie.

Nonostante tutto questo, però, accade che ci siano situazioni che il personale locale non riesca a risolvere ed è quindi indispensabile richiedere l’intervento di un tecnico senior che risiede in Italia. “Fino a qualche tempo fa – racconta Mirko Ballo, Customer Care Director di Marchesini Group – questo significava lunghe telefonate, scambio di immagini e video, spiegazioni rese difficoltose dalla differenza di lingua e dalla specificità della terminologia e delle operazioni da svolgere (controlli, regolazioni) che in molti casi non portavano alla soluzione del problema, con conseguente necessità di mandare un tecnico senior direttamente sul campo per trovare la causa e rimettere in funzione l’impianto.” Con conseguenze facili da immaginare: costi e tempi elevati, oltre alla difficoltà di avere un sufficiente numero di tecnici senior da inviare laddove è necessario, in paesi sparsi ovunque nel mondo.

L’ASSISTENZA REMOTA “DAL VIVO” CON MOVERIO HA PORTATO OTTIMI RISULTATI E GRANDI VANTAGGI

La ricerca di una soluzione a questa problematica ha portato l’azienda a prendere in considerazione gli strumenti che utilizzano la realtà aumentata, come smartphone e tablet, che però hanno il limite di non permetterne un utilizzo a mani libere, indispensabile per il lavoro di assistenza di apparecchiature come quelle prodotte da Marchesini Group. Tramite Icona, il partner che ha fornito il software Acty per l’utilizzo degli smartglass, l’azienda si è orientata verso i Moverio di Epson: “Li abbiamo scelti– spiega Mirko Ballo – perché sono una soluzione affidabile che ci ha permesso di mettere a punto un servizio di assistenza remota assicurando una perfetta e completa operatività a mani libere”.

L’utilizzo della realtà aumentata ha consentito di lavorare costantemente, garantendo fermi macchina limitatissimi e risolti in tempi davvero brevi. Una scelta che si è rivelata fondamentale e ancor più vincente durante il lungo periodo di lockdown dovuto alla pandemia da Coronavirus. “In questo periodo di piena emergenza sanitaria – conferma Mirko Ballo – dove non era possibile uscire per fornire assistenza sul posto, gli smartglass sono stati di fondamentale aiuto perché ci hanno permesso di continuare a dare supporto dal vivo a chi lavora da lontano, nostri tecnici o clienti, rivelandosi un servizio ancora più necessario e a valore aggiunto”. I vantaggi dei Moverio sono oggi ben conosciuti in Marchesini Group: dalla netta riduzione del tempo impiegato per risolvere un problema rispetto a quello richiesto per essere fisicamente sul posto, al conseguente minor fermo macchina e maggiore produttività. Non solo: con il lockdown, gli smartglass hanno permesso ai tecnici di andare ben oltre il tradizionale servizio di troubleshooting, consentendo anche attività di montaggio.

“Durante questi mesi – continua Mirko Ballo – abbiamo effettuato più di 60 interventi da remoto, garantendo alle aziende clienti una produttività ininterrotta. Tutto questo non sarebbe stato possibile in tempi di normale operatività perché è ancora molto radicata la mentalità di preferire il tecnico sul posto piuttosto che la teleassistenza. Il Coronavirus dunque ha obbligato in toto l’uso di questa soluzione, che si è rivelata un servizio ancora più utile e performante perché ha permesso di gestire la situazione in modo trasparente, ma anche perché ha dimostrato a colleghi e clienti la validità della realtà aumentata e l’economicità del suo utilizzo”. Tanto è vero che oggi questo “pacchetto Acty-Moverio” è offerto a contratto a tutti i clienti e garantisce la teleassistenza attraverso due modalità: da una parte con la risoluzione di eventuali malfunzionamenti, dall’altra con l’intervento sul software da parte del tecnico in sede.

MOVERIO BT-350: IL MODELLO VINCENTE PER LA TELEASSISTENZA DI MARCHESINI GROUP

Gli smartglass Espon usati da Marchesini sono i Moverio BT-350, un modello che fin da subito si è rivelato ergonomico e facile da usare. “A differenza dei sistemi di realtà virtuale – racconta Mirko Ballo – che spesso causano senso di claustrofobia o di nausea, con le loro lenti trasparenti i Moverio permettono di continuare a vedere e mantenere il pieno contatto con il mondo reale. Non abbiamo avuto difficoltà: tutti ne hanno apprezzato funzionalità, comodità e prestazioni”. L’innovativa tecnologia di proiezione dei Moverio permette infatti la perfetta sovrapposizione dei contenuti in realtà aumentata alle immagini del mondo reale, consentendo una visione stereoscopica. Il risultato è un campo visivo dettagliato a schermo pieno. Inoltre, a livello di comfort questo modello può essere portato senza problemi anche sopra gli occhiali da vista, mentre i naselli assicurano una vestibilità perfetta e le aste regolabili garantiscono la massima comodità. “Posso affermare – conclude Mirko – che l’azienda è contenta di fornire i Moverio ai propri tecnici e clienti perché sono uno strumento efficiente e allo stesso tempo capace di favorire una perfetta integrazione tra l’uomo e l’ambiente di lavoro. Con questa soluzione, Marchesini Group ha ottenuto risultati positivi andando oltre le proprie aspettative e in futuro prevede di implementare i contenuti di realtà aumentata per facilitare ulteriormente il lavoro da remoto”.